La Patch di AA è disponibile online! Il primo e unico mezzo di sostentamento di questa piattaforma!


Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
DEMON HUNTER 2 : OP.STURMGEIST
Autore Messaggio
evilzek Offline
Super Moderatore

Messaggi: 1,817
Registrato: Jul 2012
Messaggio: #1
DEMON HUNTER 2 : OP.STURMGEIST
TF Satan è un piccolo team con poche risorse e composto per la maggior parte dei giocatori con un bagaglio di esperienza ancora limitato, ma nonostante questi limiti abbiamo deciso di metterci in gioco per creare un piccolo evento con lo scopo di regalare ai partecipanti un week end divertente in una location particolare.
Ci sono stati diversi problemi e non tutto è andato come doveva ma speriamo che almeno un pò sia valsa la pena venire fin qui.
In primis ringrazio i miei ragazzi della TF Satan, alla loro prima esperienza come D.E in un evento con questi numeri si sono trovati a fare i conti con situazioni non facili causa clima\terreno ostile e pessime comunicazioni radio\telefoniche ma hanno gestito tutto col massimo impegno e al meglio delle loro possibilità...siete i migliori.
Wolpack, sbircio e ombra per il preziosissimo contributo, fondamentale per la riuscita di questo non facile evento.
Marco Schiantarelli per averci messo a disposizione una location unica che ci ha regalato condizioni meteo memorabili.
E per finire grazie a tutti i partecipanti per la fiducia che ci avete dato e per aver fatto in modo che Demon Hunter abbia potuto regalare a tutti dei bei momenti.

-ASCU team
-Wolfpack
-Skull softair valtellina
-Zarruele softair team.
-TF Barbudos
-Lupi del Moncenisio
-Nova Imperia.
-BASE
-Bad Brothers.
-Team Novak.
-1° Marsoc
-Pelato di Brazzers
-Devil Dogs.
-Army of Pain.
-NBC
-Tacticool Hipsters
-Black Predators

Se avete delle foto dell'evento mandatele qui :
[email protected]

[Immagine: fWfxJ.jpg]
14-11-2016 02:46 PM
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
spezy Offline


Messaggi: 18
Registrato: Oct 2013
Messaggio: #2
RE: DEMON HUNTER 2 : OP.STURMGEIST
È venerdì sera e stiamo ricontrollando i setup per l'ultima volta. È la prima volta che ci capita di affrontare un evento con queste temperature. Non sappiamo cosa utilizzare, e non siamo riusciti a testare la nostra resistenza.

In questo evento saremo in 4, team RAO 1 nella fazione TKW.


Sabato mattino ci troviamo presto, carichiamo e partiamo direzione Trivigno. (Che spettacolo di posto)
Arriviamo in anticipo di qualche minuto, un piccolo disguido per il luogo di ritrovo ma alle 8.40 siamo davanti al nostro hq. Scarichiamo il materiale e prepariamo il nostro accampamento. Diamo una mano alla DE ad allestire l'HQ. A causa delle condizioni meteo dei giorni precedenti le strade sono brutte e alcune squadre tardano ad arrivare.

Verso le 13 hanno inizio i giochi.

Prima missione una perlustrazione in zona incognita.
Dobbiamo recognire un area di 750x250m. Il nostro HQ dista circa 1300mt in linea d'aria dall'inizio del settore interessato, ci prepariamo e partiamo. Siamo vestiti leggeri (ma abbiamo gli zaini con il materiale pesante), le temperature non sono ancora basse e il sole fa il suo lavoro. La neve a terra inizia ad aumentare, fino ad arrivare sopra al polpaccio. È farinosa e la camminata non ne risente molto. Ci muoviamo nel bosco, tenendo la zona da recognire alla nostra sinistra. Non vogliamo farci vedere e speriamo di riuscire a sentire le voci di un eventuale appostamento nemico. Durante il percorso ci avviciniamo al sistema Aurora, li troviamo la nostra FOS3 in presidio della zona. Perdiamo quota per rientrare nel settore. Dopo qualche minuto sentiamo delle voci e scorgiamo dei movimenti. Decidiamo di avvicinarci per capire di cosa si tratta. La neve a terra rende i movimenti silenziosi e gli alberi pieni di neve limitano molto la visibilità. Quando arriviamo a tiro capiamo si tratta di una nostra squadra in pattugliamento. Salutiamo e continuamo la marcia. Arriviamo al limite del nostro settore senza aver trovato nulla. Per il ritorno decidiamo di tenerci molto più vicini alla strada. Pochi metri e qualcosa spunta dalla neve. Sono i resti di un aereo abbattuto. Prendiamo le coordinate, scattiamo qualche foto e ci allontiamo. Le comunicazioni radio con l'HQ sono impossibili, quindi decidiamo di rientrare per comunicare il ritrovamento.
Alle 17 siamo su HQ, mentre comunico il ritrovamento gli altri si cambiano ed iniziano ad indossare i vestiti pesanti. Io ho necessità di aggiungere solo una fleece leggera. Durante l'attesa prepariamo un the caldo e mangiamo qualcosa.
Alle 19 il freddo inizia ad essere pungente e rientrano i primi infortunati. RAO2 abbandona per problemi fisici a due operatori.

Ci viene comunicata la nostra seconda missione: compiere una recon sull'hq nemico e determinare la posizione della polveriera. Le FOS si occuperanno poi del tiro con i mortai. A questo giro siamo in 8, a noi si è unita RAO3 (Ascu). Ci muoviamo velocemente seguendo la strada innevata e in circa 90 minuti siamo nei pressi di HQ NATO. Abbandoniamo la strada ed entriamo nel bosco, su mappa troviamo un punto che potrebbe essere buono per l'osservazione. Arriviamo a destinazione. Riusciamo a vedere quasi tutto l'obbiettivo. Restiamo alti, in attesa di capire eventuali movimenti di forze in perlustrazione. Notiamo solo dei movimenti intorno alle tende, gente che si scalda al fuoco e gente che entra ed esce dalla tenda comando. Decidiamo di avvicinarci, le coperture sono scarse e il mix luna piena/terreno innevato porta moltissima luce. Ci muoviamo in 3, fino ad arrivare alle ultime piante prima delle tende. Prendiamo la specola e cerchiamo di capire dove possa essere la polveriera. Vediamo la bandiera USA, sotto c'e qualcosa. Non capiamo cosa, pensiamo a delle casse di munizioni o di materiale. Non troviamo altre cose sospette, quindi sospettiamo possa essere la polveriera. C'e movimento, 3 o 4 persone stanno rientrando in HQ. Decidiamo di allontanarci e ci riportiamo alti per discuterne con gli altri. Non comunichiamo via radio, sospettiamo che il canale sia sporco e non vogliamo farci scoprire. Un paio di ragazzi stanno iniziando a soffrire veramente troppo il freddo (il giorno dopo ci diranno di un -16°C nella zona dell'HQ). Comunichiamo le coordinate della bandiera al team FOS. Coordinate errate. Peccato. Decidiamo di rientrare. Mentre ci allontiamo ci arriva una comunicazione via radio: "Team RAO da HQ, coordinate errate. Provate con tiro selettivo su HQ". Non capiamo se si tratta di un inganno o meno. Ci sembra di riconoscere la voce (e non è di certo di un TKV)e la richiesta è "strana". Tentiamo di comunicare tramite linea sicura (cellulare) ma non abbiamo nessuna risposta. Rientramo.

Arriviamo su HQ, comunichiamo il tutto con il comando e andiamo a cambiarci. Ci viene riferito della pausa notturna. Io mi metto subito in tenda, sono ancora caldo e non voglio raffreddarmi prima di mettermi nel sacco a pelo. Nemmeno il tempo di chiudere un occhio e... iniziano le raffiche. Siamo sotto attacco, voglio uscire dalla tenda, ma sento due operatori nemici comunicare proprio di fianco alla mia tenda. Sarebbe un suicidio uscire ora. Oltretutto non sono nemmeno vestito. Mi addormento appena finisce lo scontro. La notte passa tranquilla, mi sveglio una volta per coprirmi il naso che mi sta congelando.

Ci svegliamo alle 7, colazione e ci prepariamo.
Dobbiamo scortare Pid in un incontro con due membri CIA. Arriviamo sul luogo d'incontro, ci prepariamo a tendere un imboscata e aspettiamo. Aspettiamo. Aspettiamo. Il tempo passa molto lentamente e il freddo si fa sentire. Stiamo fermi per più di 30 minuti. Fino a quando abbiamo un contatto. Dovevano essere 2 persone, invece sono in 4. Inizia l'ingaggio, ci sono colpiti su entrambe le squadre. Loro però sono più uniti e vicini, ed il medico aiuta. Noi siamo sparpagliati, e io riesco a curare uno dei nostri. Poi vengo preso. Finiamo in parità, tutti presi da entrambe le parti. Capiamo subito che non si tratta degli uomini CIA che stavamo aspettando. E ora? Ora aspettiamo, e speriamo che i primi a passare da li (e a curarci) siano i nostri. Dopo qualche minuto l'incubo si avvera. Multicam, multicam ovunque. Arriva la Nato. I PJ curano i colpiti. Noi, fortunatamente, veniamo lasciati liberi.
Rientramo al nostro HQ per farci riabilitare.

Il tempo di ripristinare i caricatori e il nostro HQ è sotto attacco, sono tanti. La nostra posizione è migliore, e resistiamo molto. Ma i PJ fanno il loro lavoro molto bene, i feriti NATO vengono ripristinati con velocità.
Conquistano l'HQ.

Le SF entrano nel bunker. Provano a stanare il capo a suon di fumogeni. Non ci riescono. Abbandonano e rientrano.

Demon Hunter 2 è finita. Dundayed non è stato catturato.

Spezy, Skulls Softair Valtellina.

Ci tengo a ringraziare tutta l'organizzazione, tutti i nostri compagni e tutti i nostri 'nemici'. È stato un evento che resterà nei nostri ricordi per molto tempo.
Location spettacolare, modalità di gioco nuova ma molto molto interessante e divertente. La neve e le bassissime temperature ci hanno messo alla prova. E dopo questa, posso dirlo: prova superata!

Ci tengo a complimentarmi con i miei compagni Skulls che hanno voluto mettersi in gioco in questo difficile evento.
19-11-2016 08:37 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)